giovedì 27 settembre 2007

Le donne Serial Killer

Nella distinzione tra uomo e donna, questa ultima è chiamata il sesso debole. Bè ne siete sicuri? La scienza criminologica non la pensa così: le donne quando decidono di uccidere, anche se succede meno spesso rispetto al “sesso forte”, lo fanno in maniera più insidiosa, ingegnosa ed implacabile... tanto che se per arrestare un serial killer uomo occorrono in media 5 anni e per una donna almeno 9. Lo fanno per soldi... per vendetta... per il sesso... sono gli “angeli della morte” che agiscono in ospedale… sono le figlicida.
Quali sono le differenze tra uomo e donna? Quali sono gli indicatori psicologici?
Le dispense allegate del corso di “Sociologia della Sicurezza Sociale” – dell’Università “S. Pio V” di Roma, rispondono a tutti questi interrogativi, oltre che discutere dei casi più clamorosi: sia i numerosi infanticidi del 2005 che le serial killer più spietate.
Abbiamo la storia di Elizabet Batori ( 1569 – 1614), aristocratica, che torturava ed uccideva nei modi più efferati contadine vergini perché “le loro urla le alleviavano il mal di testa” ed il loro sangue la rendevano più giovane. Uccise un centinaio di giovani d’umili origini, finché non commise l’errore di uccidere una giovane appartenente alla borghesia: fu scoperta e murata viva nel suo castello.
Cruenta anche la storia della sig.ra Gunnes (1859 - ?) che uccise e macellò più di 16 uomini, tra cui i suoi due mariti e figli: quando fu scoperta, la sua casa prese fuoco, lei riuscì a scappare e sparì.
Non meno agghiacciante la storia dell’italiana Leonora Cianciulli (1956 – 2002) detta anche “la saponificatrice” perché era proprio questa la fine delle sue vittime: dopo aver visto morire più di 10 suoi figli appena nati, si rivolse ad una maga la quale la convinse che solamente uccidendo altre donne i suoi ultimi figli sarebbero sopravvissuti... e così fece.
D’emarginazione la storia di Aileen Wuornous (1954 – 2002), vittima di violenze in famiglia e costretta a prostituirsi dai 7 anni per sfamare se stessa ed il suo fratellino, da adulta uccise 7 uomini, prima di essere condannata a morte.
Un’altra vendicatrice è stata Milena Quaglini (1957 – 2001) la quale, dopo aver subito violenze dal padre in famiglia e poi dal marito, uccise prima il suo datore di lavoro che le chiese prestazioni sessuali in cambio di un prestito, poi suo marito ed un altro datore di lavoro.
Sonia Califfi, infermiera “angelo della morte” è ancora un enigma visto che non ha passato un’infanzia particolarmente traumatica.
Potete scaricare le dispense approfondite sull’argomento da questo link: Dispense Donne Serial Killer (va su "clik here to start download")

1 commento:

DVD e CD ha detto...

Hello. This post is likeable, and your blog is very interesting, congratulations :-). I will add in my blogroll =). If possible gives a last there on my blog, it is about the DVD e CD, I hope you enjoy. The address is http://dvd-e-cd.blogspot.com. A hug.