venerdì 14 gennaio 2011

La conoscenza collettiva è la nuova politica e l'uomo è l'unico padrone del suo destino.

Interessante scenario futuro, l'unica mia obbiezzione è... se invece di un mondo senza religioni si arriverà invece ad un unico grande credo, l'amore e la condivisione?

Nessun commento: