martedì 8 febbraio 2011

Ai tanti uomini al fianco delle donne che affermano "IO SONO..."

E si so, sono in tanti e sono con noi, ed è stato imprescindibile coinvolgerli. Sono gli Uomini che stimano, ammirano ed amano le donne che con orgoglio affermano IO SONO!. Per loro ora c'è una pagina Facebook  "Uomini insieme alle donne che dicono NO! ed affermano "Io sono!" ed un evento speciale per S. Valentino "Uomini che rispondono MI PICI alle donne che affermano IO SONO". Ciò che chiediamo agli uomini? Non riconoscimento, NOI SIAMO.. ma condivisione di intenti, ed un piccolo gesto simbolico che dimostri la loro solidarietà.
Ecco il Manifesto dell'iniziativa:


Uomini che aderiscono al Nuovo Movimento Femminista, ed alle donne che affermano IO SONO rispondono MI PIACI. 
In questo momento in cui sta avvenendo una mercificazione ed una strumentalizzazione della donna a tutti i livelli, privato, pubblico, lavorativo, politico/ideologico e mediatico, le donne “dal basso”, libere, unite, hanno detto IO SONO!
Che dire, è fantastico, 160.100 donne - è l'iniziativa più partecipata al momento - che si sono attivate in una settimana, sostituendo la loro foto profilo Facebook, per riaffermare la loro identità come Donne, valorose e combattenti: intellettualmente, creativamente e socialmente, attraverso l'iniziativa "Donne dicono NO! In questa settimana su Facebook "IO SONO.."... e le adesioni stanno continuando!
Donne libere di autodefinirsi, diverse l'una dall'altra, ma unite negli intenti e collaborative, che si stanno arricchendo nel confronto.
Questa iniziativa ha lo scopo di coinvolgere anche gli uomini.
Non cerchiamo riconoscimento, NOI SIAMO, quello che cerchiamo collaborazione e comunione di intenti, e un piccolo gesto simbolico a dimostrazione.
Prima cosa: cliccare "Mi piace" sulla Pagina "Uomini insieme alle donne che dicono NO! ed affermano "Io sono!" , e partecipa all'Evento Speciale S. Velentino "Umini che alle donne che affermano IO SONO rispondono MI PIACI
Vi chiediamo di “studiare”, l’album collettivo creato dalle Donne che dicono NO! ed affermano "Io Sono" - a questo LINK. e l'album collettivo creato su Società Usa e Getta - a questo LINK

A questo punto potete scegliere una donna “simbolo” indicata da un’altra donna, copiare la url, pubblicarla nella vostra bacheca scrivendo “Mi piace…”.
L'iniziativa  culminerà simbolicamente il 14 Febbraio, giorno di San Valentino, ma potrà continuare anche poi.
Crediamo che temi quali il diritto ad un lavoro meritocratico ed all’autonomia, alla difesa dall’uso ed abuso di donne e minori, ad una maternità tutelata e “servita”, vissuta non come handicap ma come un arricchimento della società, di essere padrone di noi stesse e del nostro apparire, contro ogni pressione sociale o di genere… diritti imprescindibili in una società evoluta ed armonica, e che riguardano TUTTI.
Per questo è importante essere unititi, fianco a fianco, donne e uomini.
Con questa iniziativa non vogliamo stigmatizzare “altre donne” anzi: intendiamo ribadire che tutte le donne devono essere trattate con dignità.
Il problema è infatti è di chi distingue tra corpo ed anima, tra senso ed intelletto, tra apparenza e sostanza. Noi donne siamo un tutt’uno. Il problema è di chi non sa amare.
La nostra iniziativa è libera di appartenenze partitiche o associazionistiche, e gli intenti non sono politici ma culturali.
Gli accadimenti di attualità, non sono stati altro che la classica “goccia che ha fatto traboccare il vaso”, che stralciato il velo su usi o mentalità che permeano la nostra società, in tutti i suoi ambiti: privato, lavorativo, istituzione, politico ed ideologico.
Per una volta anzi vi chiediamo di lasciare la politica di fuori, e di essere prima di tutto uomini, uomini che proteggono le donne ed i minori…
.... perché siamo stanche di fare anche il vostro lavoro!
NOTA: Il “movimento culturale” IO SONO.. è spontaneo e libero da appartenenze (politiche, partitiche e sindacali) e dice NO alla mercificazione delle donne e della loro “protesta”da parte dei media e dei partiti .
NON è coinvolto direttamente nell’organizzazione della manifestazioni di piazza del 12 e 13 febbraio, anche se alcune donne aderiranno ma ribadendo l’indipendenza intellettuale.
Coscienti del fatto che questa mercificazione e la strumentalizzazione della donna, avviene a tutti i livelli, e non ha una fazione politica specifica ma fa parte di una costume diffuso nostro paese, le donne che dicono NO! non desiderano essere usate per l’ennesima volta.
Per questo Società Usa e Getta si distanzia da tutte quelle manifestazioni di piazza che vedono una massiccia presenza di associazioni, partiti e sindacati, che hanno solamente uno scopo politico.
Suggeriamo inoltre a chi decida di scendere nelle piazze di arricchire la protesta con contenuti importanti essendo la questione femminile articolata a e complessa.

Nessun commento: