Comunicati / Rassegna Stampa

COMUNICATI STAMPA


- 11 Febbraio: Io sono... una donna dai mille ruoli che si auto determina
-   4 Febbraio : Le onne che dicono NO! Continuano e si organizzano. 
- 29 Gennaio: Società Usa e Getta del Bunga Bunga se ne Infischia, o almeno del Bunga Bunga in questione. 


RASSEGNA


- 14 Febbraio, Mondo Rosa Shokking, Donne dicono NO! Continuano...
- 12 Febbraio, Hai sentito, Facebook: le 161mila “Donne che dicono NO!” si mobilitano, la contro proposta per il 13
- 11 Febbraio, Mondo Rosa Shokking, Donne dicono NO! Si mobilitano.. 
- 8 Febbraio, Nuova Società, Io sono... una donna. 
- 2 Febbraio, Mondo Rosa Shokking, Donne dicono NO!
- 31 Gennaio, Noir Pink, Questa settimana su Facebook io chi sono? Sara Mago e le donne che raccontano storie di donne
- 29 Gennaio, Fanpage Donna, Donne che dicono no: l'evento di Facebook raccontato in esclusiva dalla sua ideatrice
- 28 Gennaio, Style: Su Facebook il no delle donne allo sfruttamento del corpo.
- 28 Gennaio, Vanity Fair: Le donne simbolo sul profilo Facebook 
- 28 Gennaio, TG 24 Sky: Facebook: Io non sono Ruby, io sono.....
- 28 Gennaio, l'Unità: "Facebook: «Dissento...e sono Rosa Luxemburg»"
- 28 Gennaio, Web20.excite.it: Su Facebook le donne italiane protestano per il Bunga Bung
- 28 Gennaio, Guardavalle Online: Donne che dicono NO 
- 27 Gennaio, Città della Spezia: "Io sono... le donne dicono no ai modelli sbagliati"
- 27 Gennaio, Newslab.it: Facebook, "Donne che dicono NO!: hai cambiato anche tu l'immagine del profilo?
- 27 Gennaio, Sardegna Media Time, Migliaia di donne dicono: "No!" su Facebook
- 27 Gennaio, Mamme nella Rete: Donne che dicono NO
- 27 Gennaio, Pianeta Tech: Facebook: le donne dicono no al “bunga bunga” e cambiano l’immagine del profilo
- 27 Gennaio, Il Bloggatore: Facebook: le donne dicono no al “bunga bunga” e cambiano l’immagine del profilo
- 26 Gennaio, Pianeta Donna: Le donne si sono stancate e dicono no!
- 26 Gennaio, Diretta News: Caso Ruby: su Facebook le donne italiane si ribellano. 

1 commento:

Anonimo ha detto...

sinceramente io sono altamente disgustata da quanto succede, mi trovo dall'altra parte del mondo a lavorare, mi sono fatta in quattro per pagarmi gli studi, sarebbe stato facile prendere scorciatoie ma non mi è mai passato per la mente e ieri notte su youtube cosa vedo, il video di ua intercettazione dove una "ragazza" diceio per mile euro non vado a lavorare, è un offesa a quelle persone che lavorano onestamente, agli studenti che lavorano per pagarsi gli studi...etc, ma la cosa atroce e che queste "ragazze" vengono invitate nelle discoteche, strapagate alcune si mormora invitate in politica ma stiamo scherzando,ragazzi, i gionvani laureati lavorano nei call center, i ricercatori spessi vengono pagati 800 euro al mese, ed è grazie alla ricerca che il mondo e la società si sviluppa.
Ieri in autobus (e io vivo in u paese in via di sviluppo) mi ha mostrato il giornale dicendomi io non vi capisco a voi italiani, e se vedete il video di del direttore del TG4 che cerca di difendere il presidente del consiglio, in un modo che non trova ne cielo ne terra. Io credo che stavolta qualcosa deve succedere, deve cambiare, perchè se accettiamo questo, stiamo distruggendo ciò per cui migliaia di donne hanno lottato e per cui ancora lottano.